Aion/Phanes all'interno dello zodiaco

Arte romana

sec. sec. II d. C. (post secondo quarto 125 - ante 149)

Scultura

marmo, 71 x 48,5 cm

EVPHRORSY/N(E) ET FELIX P(ECUNIA) P(OSUIT) FELIX PATER

Ferrara, Castello Estense, ultimo quarto sec. XV (?); Modena, Palazzo Ducale, 1598-prima metà del Seicento; Modena, Palazzo dei Musei, 1894 (inventariato in R.C.G.E. nel 1925).

Galleria Estense di Modena

2676

Il rilievo raffigura una divinità circondata dallo Zodiaco che riprende le figure dell'Aion mitriaco e del Phanes orfico. Nella cosmogonia orfica, Phanes emerge da un uovo, con ali d'oro, teste di toro ai fianchi e un serpente sul capo. Il bassorilievo rappresenta l'origine del mondo e fu forse donato da un sacerdote ad un mitreo, come indica l'iscrizione riferita ad un certo Felix, citato in qualità di Pater, il più alto grado nel corpo sacerdotale mitriaco. Non è invece chiaro il ruolo di Euphrosyne, una donna il cui nome è inciso sul lato destro della lastra.